Lo splendore delle chiese moscovite, Russia

San Pietroburgo l’ho visitata subito dopo l’estate, un pò di anni fa. Qui ho goduto dei bellissimi colori dei suoi palazzi con le cupole dorate sullo sfondo verde brillante della natura. Anche se da sempre sognavo di visitare la Russia d’inverno con la neve, poiché a mio giudizio, quella è la vera Russia, la neve rende i paesaggi come in una favola, in particolare quest’effetto magico lo trasmettono le chiese.

A Mosca, dove infatti mi sono recata proprio quest’ inverno, quello che ho apprezzato di più sono state le molteplici chiese sparse in città, che poi sono l’attrazione principale, a differenza di San Pietroburgo, dove sono i palazzi imperiali che catturano l’attenzione. Il mio sguardo avvezzo alle chiese moscovite, non ne è rimasto impressionato, perché l’atmosfera mistica che sprigionano mi è familiare, fin dall’infanzia.

Eppure qui a Mosca sono rimasta meravigliata. Le cupole dorate che risplendono sotto il cielo azzurro, i vividi colori rossi, blu, verdi mischiati con il bianco intenso dell’ intonaco dei muri esterni e il bianco candido della neve creano un spettacolo surreale. Quando guardo un simile panorama è come se fossi in una favola. Il mio sguardo di fronte alle chiese moscovite assume davvero una dimensione ampia e va ancora più verso l’Oriente, poiché si incontra e si scontra con le steppe e la Dorata Orda dei Mongoli. Ciò mi restituisce un’immagine suggestiva e uno stimolo forte per la mia fantasia.

La cattedrale di San Basilio a Mosca, Russia

La cattedrale di San Basilio a Mosca, Russia

Tsarskoye Selo, San Pietroburgo, Russia

Tsarskoye Selo, San Pietroburgo, Russia

Barbara Athanassiadis